• Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.

DAL “TERZO PARADISO” QUI è TUTTO… E MOLTO DI PIU’… VI DO LA MIA PAROLA!

da in A TU PER TU
  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 3666
  • 0 Commenti
3666

Vi è mai capitato di incontrare una persona e dopo averci fatto una chiacchierata avvertire una sorta di energia positiva contagiosa??

In un mondo dove tutto scorre affannosamente Fiammetta Parola è uno stato di questi fortunati incontri, capaci di trasmettere passione e amore per la vita.

Sono sempre stata consapevole che gli ambienti dove viviamo possano notevolmente influenzare il nostro stile di vita e anche l'umore ma non avevo mai sentito parlare di Vastu Veda.



Così, molto incuriosita mi sono messa in contatto con l'Arch. Fiammetta Parola. Di fronte ad un caffè mi sono ritrovata affascinata dal suo percorso e dai suoi studi, da un modo per me assolutamente nuovo di vivere gli spazi. Così ho pensato di raccontarlo anche a voi, scegliendo per l'occasione un giardino tra i tetti di Milano. Si chiama "Terzo Paradiso" ed è un posto che a raccontarlo sembra più irreale che vero, un luogo perfetto dal quale poter osservare il mondo da un altro punto di vista...

articolo
1. Che cos’è il "Vastu"?

Il Vastu è l’antica tradizione indovedica che si occupa di progettare/creare la materia e lo spazio in Armonia con l’Universo.

Viene definito come lo “Yoga dell’Abitare” dove per “yoga” s’intende unione, rapporto con il Divino/il Tutto. Il Vastudunque crea uno spazio che mette in comunicazione lo spazio abitato con il Tutto universale.

Il Vastu si colloca all’interno della tradizione Vedica. I Veda hanno tramandato il corretto modo in cui l’essere umano dovrebbe rapportarsi al tutto, nel suo rapporto con il Divino, con la natura e gli altri esseri, con il proprio corpo (aiurveda), lo spazio abitato e molti altri.

Il Vastu è la parte dei Veda che si occupa della creazione dello spazio ed il suo scopo è quello di creare uno spazio armonico affinchè l’essere umano possa realizzare al massimo tutte le sue qualità e potenzialità, sia a livello materiale che spirituale.

Il Vastu ricerca Armonia, Bellezza ed Equilibrio all’interno dell’individuo e nel suo rapporto con ciò che lo circonda, connettendo il Microcosmo dell’Uomo al Macrocosmo universale affinché tutto concorra consapevolmente all’evoluzione dell’Uomo e dell’Umanità.

Uno spazio costruito in accordo con il Vastu è uno spazio ricco di energia vitale benefica che conduce a gioire di un benessere psicofisico e spirituale portando l’uomo che lo abita a sperimentare pace e felicità.

articolo1
2. In molti confondono il Vastu con il Feng-Shui. Spiegaci in cosa si differenziano.

Il Vastu è una tradizione risalente a più di 6.000 anni A.C. e ha origine in India.

La cultura antica indiana ha influenzato gran parte della tradizione cinese dalle arti marziali alle arti decorative e filosofiche.

Secondo alcuni pareri autorevoli il Vastu viene considerato un po’ come il “nonno” del Feng Shui.

Le due tradizioni hanno diversi punti in comuni e di fattohanno la stessa finalità con alcune eccezioni.

Entrambe le tradizioni ad esempio considerano cinque elementi in natura che sono uguali come Terra, Fuoco, Acqua e Aria e uno che è differente: per il Feng Shui è il Metallo mentre per il Vastu è l’Etere.

Questa differenza è fondamentale per comprendere la profondità e diversità delle due tradizioni.

Il Feng Shui si occupa di armonizzare l’essere umano in rapporto con ciò che lo circonda e per spiegarlo possiamo visualizzare un’immagine in cui l’essere umano è al centro di un cerchio.

Il Vastu si occupa di armonizzare l’essere umano con il Tutto, l’uomo è inteso come ponte tra cielo e terra, il cui sviluppo si attua attraverso l’evoluzione sul piano materiale e spirituale. Per spiegare tale rapporto possiamo visualizzare un’immagine in cui l’essere umano è al centro di una sfera.

articolo2
3. Come si esprime il concetto di "bello" nei tuoi progetti?

La bellezza è una delle caratteristiche essenziali della natura ed è una caratteristica  importante nei progetti Vastu.

Bellezza intesa non come pura considerazione estetica sottoposta alle mode del momento, ma come armonia che risulta riconoscibile in modo universale.

La bellezza nei miei progetti viene quindi riportata nella distribuzione armonica degli spazi e nell’equilibrio che si crea attraverso l’uso delle forme in rapporto ai sensi e ai cinque elementi presenti in natura: terra, fuoco, aria, acqua e etere.

Quando lavoro ad un progetto secondo il Vastu valuto lo spazio creando armonia in rapporto a:

  • - i punti cardinali e le direzioni
  • - i cinque elementi
  • - i cinque sensi in rapporto alla forma
  • - le qualità della materia: Satwa (equilibrio), Rajas(azione) e Tamas (inerzia)
  • - l’essenza, gusto della materia: Shingara (essenza seducente che crea abbondanza), Hasya (essenza comica che crea gioia), Sahanta (essenza di pace che crea tranquillità)

Shingara rappresenta la ricerca di bellezza che attuo attraverso la progettazione dello spazio, la scelta dell’arredo e l’uso sapiente dei materiali.

La bellezza è una qualità che armonizza chi le è accanto portando abbondanza, intesa nelle più larga eccezione: di conoscenza, di salute, di denaro, di sviluppo spirituale e molto altro.

articolo3
4. Cosa domandi al tuo cliente quando si rivolge a te per un progetto.

Il lavoro che si fa è molto differente quando sto progettando una casa nuova o quando sto ristrutturando o facendo un restyling di un appartamento.

Lo spazio che abitiamo ci rappresenta e noi rappresentiamolo spazio che abitiamo.

Quindi lavorando sulla nostra casa lavoriamo su noi stessi e viceversa.

La prima cosa che domando ad un cliente è qual è la “cosa” più importante che cerca nella vita e che vorrebbe rappresentare nella casa che sta abitando.

Per alcuni è importante il benessere, la salute, la creatività, lo sviluppo spirituale, l’armonia o ricostruire una vita dopo un grande cambiamento, e così via… a seconda del desiderio principale del cliente inizio a lavorare per creare l’ambiente favorevole affinchè si sviluppi.

articolo4
5. Che cosa è cambiato nel tuo modo di affrontare il progetto rispetto a prima?

Dopo aver incontrato la cultura vedica ed essermi avvicinata al Vastu la mia visione della vita e della natura è cambiata profondamente.

Sono consapevole della visione olistica in cui tutto è interconnesso con ogni cosa e quando mi accingo a fare un progetto devo valutare uno spazio con una visione più ampia tenendo conto di diversi fattori, non solo architettonici, che permettano a chi vivrà il mio spazio di vivere felice.

La mia visione dello spazio non è più solo geometrica e razionale ma è attenta ai movimenti dell’energia e alla qualità della materia più sottile.

La realtà è molto più di quello che abbiamo sempre pensato.

La cosa più importante che è cambiata nella mia professione di architetto è lo scopo dei miei progetti: prima era rispondere a delle esigenze funzionali ora è armonizzarmi alle regole universali.

articolo6
6. Ti viene in mente qualche caso di persone che hanno migliorato il loro stile di vita vivendo in uno spazio ideato e basato sui principi vedici?

Tutte le persone per cui ho lavorato hanno portato consapevolezza nel proprio spazio ed in se stessi, armonizzando le loro case e la loro vita.

Mi rendo conto che suoni strano ma… hanno trovato la gioia. 

Ricordo che stavo completando l’arredo di una bellissima casa a Milano il cui tema era la “farfalla”, che ben rappresenta la creatività, la bellezza, l’evoluzione e la scoperta interiore che i suoi abitanti stavano facendo insieme a me in questo progetto.

Avevamo appena finito di piantumare lo spazio aperto e ricevo questo messaggio dalla mia cliente "Scusa se non avevo creduto che potessero arrivare le farfalle sul terrazzo..." 
Il loro terrazzo era infatti pieno di farfalle colorate: la loro casa era stata armonizzata con l’Universo.

articolo7
8. Ragioniamo ora in grande scala.

Anche gli spazi esterni o addirittura le città possono essere pianificate secondo le linee di pensiero del Vastu?

Da sempre il rapporto che si instaura tra l’uomo e il paesaggio è un continuo scambio in evoluzione. Le nostre città rappresentano esattamente la nostra società, con tutte le sue criticità, difficoltà e bellezza.

Città migliori contribuirebbero alla formazione di persone migliori.

Progettare in accordo con il Vastu significa definire lo spazio in armonia con il Tutto, dove per Tutto intendo la natura e tutti gli esseri viventi compreso l’essere umano.

Si comprende bene dunque che se le nostre case, le nostre piazze e le nostre città fossero progettate in armonia tutti gli esseri ne gioverebbero e l’uomo vivrebbe in maniera armonica, pacifica e responsabile.

In un tale scenario diminuirebbe il tasso di criminalità, ma si stimolerebbe la cooperazione tra le persone, e la gioia nelle nostre vite.

articolo8
9. Cosa consiglieresti a chi volesse intraprendere e approfondire la conoscenza di questa disciplina?

A chi vuole avvicinarsi al Vastu innanzitutto consiglio di prendere una bussola e iniziare a verificare gli assi cardinali nella propria casa e a comprendere le proprie sensazione fisiche ed emotive rispetto alla posizione che si assume.

Capirete infatti che se vi trovate in una stanza nell’angolo a nord rivolti al centro la vostra condizione psicofisica è diversa di quando vi trovate al centro e guardate verso est.

Questa consapevolezza farà mano a mano diventare più sensibili sullo spazio che abitiamo in rapporto con il Tutto.

Consiglio inoltre di cercare qualche libro sull’argomento - in italiano di valido c’è molto poco - e sicuramente consiglio di fare attenzione alle informazioni che si trovano su internet che spesso banalizzano questa disciplina millenaria.

Per chi vuole approfondire ed imparare a progettare in accordo con il Vastu o semplicemente ristrutturare o ri-organizzare la propria casa invito a scrivermi e a partecipare ai miei seminari e corsi.

www.vastustudio.itQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Riferimenti e ringraziamenti

Ringraziamo per la location dell’intervista 

Terzo Paradiso – Coltivare la Città - di Michelangelo Pistoletto.

Fondazione Pistoletto www.cittadellarte.it
Novacivitas organizzatrice dello spazio – realizzazione case in paglia – www.novacivitas.it
Vipot sponsor dello spazio – vasi e piatti in lolla di riso – www.vipot.it

Commenti

  • Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento

Lascia il tuo commento

Ospite
Ospite Martedì, 22 Agosto 2017

Chirugia Estetica

istittuto dermoestetico

Sciarpe con creatività

ottotredici-logo

ISCRIVITI AL BLOG

Rimani sempre aggiornato sulle News del BLOG di CARLOTTA EMME, compila il form qui sotto.

ISCRIZIONE BLOG